Come collegare luci casa intelligenti con Alexa

Ecco come collegare Alexa alle tue luci di casa utilizzando l’App

Con l’arrivo dei dispositivi Amazon Echo in Italia, molti utenti sono stati incoraggiati a ottenere uno di questi dispositivi. Che si tratti di un Echo “normale”, un Echo Plus, Echo Dot o Echo Spot, con tutti loro possiamo trasformare la nostra casa in una casa intelligente. Abbiamo solo bisogno di una connessione Wi-Fi e di una copertura adeguata.

Per i test con Alexa sto usando un Amazon Echo Spot che ho nella stanza principale, come sveglia sul comodino. Il punto è poter controllare tutti i dispositivi connessi che ho in casa, anche se ora mi concentrerò sulle due lampadine connesse con cui ho realizzato approfittando di qualche offerta del Black Friday. Abbiamo iniziato..

Scarica l’app

Per prima cosa dobbiamo scaricare l’app corrispondente, che in questo caso sono due. Prima il dispositivo, in questo caso l’applicazione SmartLife del marchio Tuya (l’altra lampadina che ho acquistato è TP-Link e l’app è Kasa) e poi Alexa per il dispositivo che utilizzeremo come fonte di configurazione. Ho usato un iPhone XS, anche se ho provato lo stesso procedimento anche con un Galaxy Note 9 ed è stato praticamente rintracciato.

i tempi dipendono dal marchio, ma non ci sono molte differenze tra loro. Inseriamo la lampadina nella lampada con la precauzione che sia accesa e alimentata. Lampeggerà per indicare che è pronto per l’associazione. In caso contrario, possiamo ripristinarlo spegnendo e riaccendendo la luce tre volte.

Ecco due passaggi necessari: da un lato, far attivare il Bluetooth del nostro dispositivo per il collegamento e, dall’altro, connettere il dispositivo alla rete Wi-Fi a 2,4 GHz, poiché di solito non funzionano nella rete a 5 GHz .

Con questi accorgimenti, una volta collegato, ci chiederà di inserire la chiave del nostro Wi-Fi, a cui si collegherà la lampadina.

Una volta “agganciata” alla rete, l’app verifica se è presente un aggiornamento del firmware in sospeso per scaricarlo. Il processo richiede pochissimo tempo e una volta aggiornato (se necessario) possiamo iniziare ad usarlo normalmente, ma per ora solo tramite app.

Configurazione di Alexa

Entriamo nell’applicazione Alexa, che abbiamo già scaricato e tramite la quale interagiamo con il dispositivo Amazon Echo di turno.

Nell’area di sinistra accediamo al pannello “Abilità” o routine e scarichiamo e attiviamo quello che corrisponde alla marca del dispositivo che vogliamo aggiungere. In questo caso è “Smart Live”, lo stesso che con l’altra lampadina useremo “Kasa”. È il primo passo e ora affrontiamo il secondo.

Nell’area inferiore vediamo cinque scorciatoie, di cui esamineremo l’ultima, la quinta, che offre una forma a casa con interruttori. Quando si fa clic su di esso, si apre una nuova schermata in cui vedremo gli accessi per aggiungere nuovi dispositivi o controllare quelli che già abbiamo.

Fare clic sul simbolo “+” e seguire i passaggi. Possiamo scegliere il dispositivo che vogliamo aggiungere per marca o tipo. Poiché il nostro marchio non compare in questo caso, selezioniamo “luce” e all’interno dello stesso elenco facciamo clic su “altro”.

Resta solo da Alexa per rilevare il nostro dispositivo, qualcosa che potrebbe richiedere alcuni secondi e nel mio caso due tentativi. Quando lo “trova” in rete, lo aggiunge all’elenco dei dispositivi disponibili e possiamo verificarlo facendo clic sul pulsante corrispondente al tipo di dispositivo che abbiamo aggiunto.

Per verificare che abbiamo concluso il processo, faremo clic su “luci” e vedremo come è già stata aggiunta la nostra lampadina.

Ora mostra le stesse funzioni dell’applicazione originale del marchio; Possiamo cambiare il colore, la luminosità, accendere e spegnere la luce, ecc., e tutto tramite la stessa app sul cellulare da qualsiasi punto o utilizzando i comandi vocali con Amazon Echo o l’app Alexa sullo smartphone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.